Prodotti tipici varesini

Il rilancio dei prodotti tipici enogastronomici del Varesotto, quali tesori da recuperare e valorizzare, ha coinvolto in questi ultimi anni istituzioni, agricoltori, ristoratori e appassionati. Così da un primo passo mosso nel settore della viticoltura con la ricerca e l'ottenimento del marchio IGT per i vini del territorio, a cascata anche altre eccellenze del territorio sono state riscoperte e finalmente promosse.

Fra i maggiori sostenitori di questo processo di riscoperta enogastronomica si colloca l'attività di uno dei consorziati di CavalliVarese, ovvero il Borgo di Mustonate con dapprima il rilancio del marchio Rossi d'Angera (grappe e liquori), quindi con l'utilizzo in cucina nel Ristornate Tana d'Orso dei prodotti migliori del territorio (violino di capra, formagella del Luinese, vini d'Angera), e infine l'inaugurazione recente di una vero e proprio elegante Farmer Shop dove poter acquistare una vasta scelta di prodotti varesini dall'asparago di Cantello alla birra Poretti, per fare un esempio.

Dall'orto...

Asparago di Cantello
Cantello è una località, vicina alla Svizzera, molto nota per il suo particolare tipo di asparagi bianchi coltivati, consistenti e saporiti dopo la cottura. La raccolta degli asparagi avviene in fine marzo-maggio-giugno e la seconda domenica di maggio viene organizzata una sagra per la degustazione di questo particolare ortaggio. L'asparago di Cantello può essere consumato anche crudo.

Pesche di Monate De.Co
Si coltivano lungo le sponde del Lago di Monate dai tempi del Rinascimento , vengono raccolte e inscatolate in giornata in barattoli di latta, sotto sciroppo con procedimento tradizionale senza conservanti. Possono essere a polpa bianca o gialla. Si accompagnano a vino dolce e gelato.

Patate di Uboldo
Nel basso Varesotto, nel campagne adiacenti a Saronno, si coltivano ancora le famose patate di Uboldo, particolari per aroma e ideali per gli gnocchi.
In settembre gli agricoltori uboldesi convergono nella Sagra della Patata.

Salato e gustoso...

Salame Prealpino Varesino
È un insaccato realizzato secondo una ricetta tradizionale originata e tramandata dal lavoro di famosi “cerveleè” ed oggi tutelata dal Consorzio del salame prealpino varesino. Ha una pasta a grana media, prodotto impiegando carne di coscia e di spalla di suino, mista a grasso in determinate quantità e stagionato per cinque settimane. Dal 2005 si è costituito il Consorzio del salame prealpino varesino ed è stata avviata nel 2010 la pratica per ottenere il riconoscimento IGP.

Violino di Capra
Si tratta di un prosciutto prodotto artigianalmente in Val Veddasca ottenuto da cosce di pecora o capra allevate allo stato brado. La coscia viene salata, aromatizzata con aglio, lavata con vino rosso e speziata sfregandola con  bacche di ginepro; deve stagionare per almeno tre-sei mesi. Ha un aroma e un profumo piuttosto intenso e delicatamente speziato. È particolarmente digeribile.

Il sapore del latte...

Gorgonzola DOP Varese
È un formaggio a pasta molle ricavato da latte vaccino Lo Zola varesino viene prodotto dal latte della centrale di Varese.

Caprini freschi della Valcuvia
Il caprino della Valcuvia è realizzato con latte caprino fresco locale. Si presenta di forma cilindrica, senza crosta ed occhiatura, hanno un sapore gustoso e delicato; possono essere consumati così o conditi con olio e pepe o aromatizzati con spezie e aromi diversi. La Vallata spazia tra il Monte Nudo (1235 m) e il Monte Campo dei Fiori (1226 m), aprendosi sul Lago Maggiore e nasconde il gioiello di Arcumeggia, il borgo dipinto (Frazione di Casalzuigno) da pittori di questo secolo come Aligi Sassu, Remo Brindisi, Innocente Salvini per citarne alcuni.

Formaggella Dop del Luinese
Una delizia per il palato, fatto esclusivamente con latte crudo e intero di capra prodotto da specie particolari come la camosciata delle Alpi, la Saanen e la Nera Verzasca, con accostamenti strepitosi proposti dalle comunità montane varesine. La Formaggella Dop del Luinese (Consorzio per la tutela della Formaggella del Luinese) è tra i prodotti più conosciuti: formaggio a pasta semidura, stagionato per circa venti giorni, ha un sapore dolce e un aroma delicato. Si accompagna con antipasti o con primi piatti come risotti e predilige vini bianchi leggeri, oppure Cabernet, Sauvignon o Moscato.
(www.stradasaporivallivaresine.it)

Brindare ... Alla salute!

Vini Varesini
Hanno prima ripreso e intensificato la coltivazione dei vitigni autoctoni, quindi nel 2008 hanno fatto rete creando una vera e propria associazione di viticoltori: da Angera a Golasecca, passando per Travedona e Morazzone, toccando le colline di Varese e Albizzate piccole e medie aziende vinicole hanno iniziato promuovere i loro vini IGT provenienti da vitigni di Nebbiolo, Croatina, Merlot, Uva Rara, Barbera, Shiraz per le uve a bacca rossa; Chardonnay, Trebbiano, Bussanello, Traminer e Sauvignon per le uve a bacca bianca
(www.vinivaresini.it)

Grappe Rossi d'Angera
Azienda storica, attiva dal 1847 e già al servizio del Re sabaudo, la distilleria Rossi d'Angera ha avviato recentemente un processo di restyling del brand e dei suoi prodotti puntando anche su un settore di nicchia con la linea Luxury con grappe raffinate e bottiglie studiate dal designer Giacomo Bersanetti. Dal 1913 ad oggi ha collezionato premi speciali e Medaglie e Alambicchi d'oro. Le linee: Heritage, Luxury e Nature. Nel delizioso Borgo di Mustonate (socio del Consorzio CavalliVarese) è possibile fare un'espirenza unica ossia una degustazione in carrozza fino alla Barricaia del Puntale, luogo di accoglienza e sede dell'Associazione Italiana di Sommelier di Varese, fra cantina e percorsi sensoriali.
(www.rossidangera.it)

Il mondo del dolce....

Miele Varesino
Il Consorzio Qualità Miele Varesino (http://www.mielevarese.it) tutela tre tipi di questo “oro delle Prealpi” : il miele millefiori, di acacia, di castagno.
Millefiori: aroma piuttosto forte e variabile a seconda della zona di produzione ed è ricavato dal polline di fiori differenti e da melata di piante diverse
Acacia: notevole trasparenza e colore leggermente ambrato, si abbina molto bene con formaggi stagionati e frutta fresca di stagione. Ha ottenuto il riconoscimento Dop in aprile 2014.
Castagno: aroma molto intenso, quasi amaro, ottimo con formaggi stagionati di capra

Brutti e Buoni di Gavirate
Correva l'anno 1878 e il pasticcere Costantino Veniani “creava” questo piccolo scrigno di albume, mandorle nocciola, zucchero e vanillina. Un delizioso accompagnamento a un bicchiere di spumante o a una tazzina di caffè da gustare nella pasticceria storica sulle rive del Lago di Varese, ancora incartati come una volta nella velina stampata a caratteri azzurri. Oppure nella versione del semifreddo da assaggiare con salsa al cioccolato caldo in inverno o crema di fragole in versione estiva.

Amaretti di Gallarate
Piacciono persino alla Regina d'Inghilterra: son protetti dal marchio De.C.O. e fanno parte della pasticceria secca. Hanno una parte esterna croccante ed un interno molto morbido e delicato. Sono ideali con il vino dolce.

Cioccolato Buosino
È ancora artigianale e prodotto dalla omonima pasticceria Buosi nel centro di Varese e si presenta nelle forme tradizionali di cioccolatini, tavolette o crema spalmabile, oppure in tazza con caffè, schiuma di latte e granella di cioccolato.

Dolce di Varese
Il più celebre è quello della pasticceria Zamberletti , ma ormai è un vero e proprio simbolo della città prodotto da pasticcerie e panettieri; soffice, contiene nell'impasto granella di nocciole e burro fresco.